La Triglia che incontra la terra

Cucinare la triglia
  • Tempo di preparazione: 25 m
  • Tempo di cucinare: 1 m
  • Pronti a entrare: 26 m
Caricamento...
(3 / 5)

Sentire il titolo pronunciato da me vi farebbe fare una bella risata. Il motivo? La mia cosiddetta “R moscia” o per essere più eleganti, la “R” alla francese, ahahahahah!!!

L’idea di questo piatto nacque in occasione di una domenica quando invitai a pranzo un mio caro amico, Antonio e la sua famiglia, sempre attento a quello che cucino, soprattutto perché figlio di un bravo chef. Stetti tutto il sabato a pensare a un piatto che potesse stupirlo, da poter abbinare, in particolare, all’ottimo vino che ogni volta arricchisce la tavola, come ringraziamento dell’invito.

Pensai ad un antipasto, per le triglie che avevo appena comprato, che si potesse trasformare, volendo, anche in una seconda portata. Devo essere sincero, sbirciai anche su internet per trovare una ricetta diversa dalle solite, ma non c’era niente di nuovo. Iniziai così a far lavorare la mia fantasia. Non so perché ma nel mio frigo è spesso presente la ricotta di bufala (forse perché piace a mia moglie), cosi mentre pulivo le triglie mi venne l’ispirazione di accostare al filetto di pesce una mousse di ricotta; fin qui tutto normale, ma come insaporirlo? Ecco l’idea!!!  Girando nella mia piccola cucina vidi il porro, decisi così di farlo rosolare con del burro in modo da creare un po’ di cremina. Non ci fu intuizione migliore!  Subito si sprigionò un profumo intenso in casa che non potete immaginare. Fu semplice, quindi, la composizione del piatto. Misi la mousse di ricotta come base, ci adagiai il filetto di triglia scottato, e coprii il tutto con la crema di burro e porro.

Antonio e la moglie rimasero sbalorditi dalla squisitezza e dalla mia fantasia. Ciò mi portò a presentare questo piatto al contest “UN CUOCO PER ALICE” e, pur non essendo un cuoco professionista, tale ricetta mi permise di fare una bella figura, ricevendo da opinionisti del settore e ospiti presenti tantissimi complimenti.

Vi scrivo gli ingredienti necessari per preparare questa ricetta come antipasto, se decidete di servirlo come seconda portata allora considerate il doppio delle porzioni:

Ingredienti

  • Aggiungi alla lista della spesa +
  • Aggiungi alla lista della spesa +
  • Aggiungi alla lista della spesa +
  • Aggiungi alla lista della spesa +
  • Aggiungi alla lista della spesa +

Metodo Step by step

  • Passo 1

    Prendete la Triglia e squamatela partendo dalla coda, in senso opposto alle squame. Sciacquate la triglia sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali squame residue. Successivamente, eviscerate la triglia praticando un taglio lungo tutta la pancia. Eliminate le interiora e le branchie e raschiate, eventualmente, con un coltello per eliminare qualche residuo di interiora.

  • Passo 2

    Una volta pulita, prendete la triglia, ponetela sul tagliere e, tenendola per la testa, incidete col coltello flessibile sotto la pinna laterale. Procedete a sflilettare fino alla coda.

  • Passo 3

    Togliete le spine che sono sulla pancia, aiutandovi con una pinzetta per quelle più piccole, dopo di che sciacquate sotto l’acqua corrente.

  • Passo 4

    Prendete due cucchiai di ricotta e create una mousse semplicemente aiutandovi con una frusta elettrica o anche manuale oppure solo con una forchetta.

  • Passo 5

    Tagliate il porro a rondelle.

  • Passo 6

    Mettete in una padella del burro e fatelo rosolare con il porro aggiungendoci un goccino di acqua in modo da creare una cremina densa.

  • Passo 7

    Scottate i filetti di triglia in una padella ben calda o su una piastra liscia. E’ sufficiente meno di un minuto per lato.

  • Passo 8

    Impiattate usando un piatto piano. Create una base di mousse di ricotta con forma rotonda o spalmandola di lungo, secondo la vostra fantasia, e adagiateci i filetti di triglia. Insaporiteli, poi, con un cucchiaio di cremina di porro e burro e, infine, coprite con dei granelli di pistacchio, un filo di olio extra vergine di oliva, sale e pepe q.b.

Michele Cantiello nasce ad Agropoli il 25 settembre 1978 e vive a Capaccio-Paestum (Sa), famosissima località archeologica, patrimonio dell'umanità. Interessante il suo percorso, che lo ha portato a seguire non la logica, ma il cuore e la passione per la cucina: Michele ha partecipato a diverse trasmissioni televisiva: in “Easy Driver” ha cucinato per la conduttrice Veronica Gatto; ha partecipato…

Leggi di più

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

x

Password dimenticata

Vuoi maggiori Info?
Contattami su WhatsApp